Orientamento della casa, come migliorare l’esposizione.

orientamento casa fratelli boi

L’orientamento della distribuzione degli ambienti, è importante per il benessere abitativo, ed inoltre influisce sui costi per l’illuminazione e il riscaldamento.

Le stanze devono essere orientate in modo da ricevere la luce naturale del sole per più ore possibile nel corso della giornata. Questo, oltre a consentire un risparmio sulle spese per l’illuminazione, determina un non indifferente benessere psico fisico. Basti pensare alla sensazione piacevole che si può provare la mattina quando si aprono le finestre della camera da letto e si è inondati direttamente dalla luce del sole. La luce solare ha infatti un influsso benefico sull’organismo e influenza anche l’umore, per cui orientando correttamente una casa si possono trarre dei vantaggi anche per viverla il più possibile in completo relax.

Il miglior orientamento prevede:

  • SUD: si posizionano le stanze in cui si trascorre la maggior parte del tempo e quindi hanno bisogno di una maggiore esposizione alla luce naturale; in particolare, la posizione ideale per la cucina è a sud-est mentre quella per il soggiorno è a sud-ovest.
  • NORD: si posizionano gli ambienti che non richiedono molta luce, quindi: scale, ripostigli, bagni e corridoi.
  • EST: si dispone la camera da letto, dato che questa posizione permette di ricevere i primi raggi del sole la mattina.
  • OVEST: si dispongono le stanze adibite al relax come il soggiorno e lo studio, questo perchè in questa posizione giungono le tonalità più calde della luce solare.

Disposizione degli elementi esterni:

E’ necessario definire la posizione degli elementi che separano l’ambiente interno all’abitazione con l’ambiente esterno.

In  base all’area climatica in cui si trova l’abitazione si possono dare le indicazioni seguenti:

  • clima freddo: è preferibile disporre le finestre  sui lati sud ed ovest al fine di avere il massimo dei raggi solari.
  • clima temperato: le facciate vetrate vanno disposte a sud, a est e a ovest, avendo l’accortezza di schermarle durante il periodo estivo.
  • clima caldo-umido: si deve garantire una buona ventilazione dell’edificio mediante l’apertura di finestre sia a nord che a sud.
  • clima caldo-secco: è consigliata l’apertura di piccole vetrate poste in alto a nord e ad est al fine di evitare la radiazione riflessa dal suolo.

Come colorare le stanze:

La scelta dei colori delle pareti e delle finiture, deve considerare l’orientamento delle camere.

Cucina e soggiorno posizionati a SUD, dovrebbero avere delle nuance chiare o di tinte “fredde” che trattengano il calore, in questo modo si crea un atmosfera piacevole e accogliente.

La camera da letto, invece, è adatta per colori naturali; mentre le zone dedicate al relax possono essere color tortora o grigio chiaro, ovvero tinte che si adattano ai colori del tramonto.

Gli ambienti a NORD,data la loro poca esposizione,  si possono ravvivare con colori accesi.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *